Il Blog di fd training team

aumentare la creatività
7 Giu 2017

5 consigli per Aumentare la Creatività

Aumentare la creatività dipende da molti fattori. Dipende dalle esperienze fatte, dalle proprie credenze e dagli esempi che abbiamo avuto intorno a noi e con i quali siamo cresciuti.

Sono tutte percezioni di noi e delle nostre potenzialità, che spesso abbiamo sottovalutato perché ci hanno insegnato che era giusto così, non montarsi troppo la testa e non credere troppo alle proprie idee.

Soprattutto ci hanno insegnato che “creativi si nasce” e quindi forse hai messo da parte questa possibilità perché magari non ti sentivi particolarmente portato o perché il tuo lavoro è quanto di più lontano si possa immaginare dalla creatività.

Ti ci ritrovi?

La creatività è quella fantastica competenza che ti permette di trovare nuove idee o nuovi collegamenti, ottenere  risposte diverse durante la quotidianità che il tuo cervello può utilizzare per risolvere anche le problematiche che devi affrontare nel tuo lavoro.

Essere creativi significa avere una mente più aperta, essere più attenti e ricettivi a stimoli esterni. Questa è la condizione perfetta per trovare nuove idee e intuizioni.

Una volta adulti, per taluni, ci vuole tempo per ritrovare la propria connessione con la parte creativa che magari hanno chiuso in un cassetto da tanto tempo.

La bella notizia però, è che non è mai troppo tardi, che si può ritrovare questa connessione, e che soprattutto è che parliamo di una competenza che oggi può fare davvero la differenza.

E sai perché?

Semplice, perché la maggior parte dei tuoi concorrenti oggi non la utilizza!

Non la utilizzano perché credono ancora che la creatività non serva, che non c’entri nulla con il tuo settore, che è una cosa da artisti o che è una perdita di tempo, che non porta fatturato o nuovi clienti.

In realtà, è vero esattamente il contrario.

Pensa solo al fatto che, fare qualcosa che oggi i tuoi concorrenti non fanno significa già essere un passo avanti, significa avere un vantaggio competitivo.

Allenare la creatività significa guardare le situazioni da diversi punti di vista, cambiare continuamente prospettiva e vedere nuove strade e possibilità, anche dove oggi non riesci a vederne più.

Un universo di possibilità si apre davanti a te, sono lì a portata di mano, e questo è davvero un grande vantaggio perché puoi attingere da queste possibilità per creare nuovi progetti o trovare nuovi modi per parlare al tuo cliente ideale o offrirgli nuovi  prodotti o servizi.

Cosa dici, ti interessa usufruire di questi  vantaggi?

Premesso che tutti, ripeto tutti, nasciamo creativi, resta da capire come ritrovare questa parte di te e come utilizzarla al meglio. Per questo motivo in un precedente articolo ti avevo spiegato 3 modi per usare la creatività nel business.

Adesso voglio invece darti cinque consigli semplici e concreti che puoi applicare a qualunque tua attività debba svolgere per aumentare la creatività, la tua creatività.

Suggerimenti e qualche tecnica utile per Professionisti e Imprenditori per trovare nuove connessioni e idee e per differenziarsi dalla concorrenza, utilizzando le proprie unicità.

Qualunque sia la tua attività, puoi applicare ciò che sto per dirti e testare su tu stesso come in poco tempo i risultati possono cambiare.

Ecco quindi i 5 consigli per aumentare la creatività: 

  1. il gioco dei perché

Farsi delle domande è ciò che ci spinge ad imparare continuamente qualcosa di nuovo.

I bambini sono bravissimi in questo gioco, quando iniziano ad essere curiosi di tutto e chiedono il perché di ogni cosa; è il loro modo di scoprire la realtà.

Prova a chiederti i perché di ciò che fai e di come lo fai, anche sulle cose più complesse del tuo lavoro.

Qualche esempio…

Perché questo mio prodotto/servizio/soluzione si chiama così?

Perché i miei clienti mi fanno sempre questa domanda?

Perché non so cosa dire per prevenire questa obiezione ricorrente?

  1. trova nuovi punti di vista

Ciò che pensi, dici e fai nel tuo lavoro non è l’unica verità e non è una verità assoluta. Ascolta, leggi e impara dagli altri: possono essere i tuoi concorrenti o i tuoi potenziali clienti.

Osserva ciò che fai e che proponi con i loro occhi, cerca di immedesimarti in loro o, meglio ancora, se puoi, chiedi a loro cosa ne pensano.

Sii aperto verso ciò che ti dicono, puoi ricevere davvero spunti preziosi costruirci sopra nuove idee o per migliorare il tuo business.

Non c’è niente di peggio del pensare di sapere già tutto sul tuo cliente ideale.

Permettiti di essere curioso, leggi le riviste che leggono loro, cerca in internet, nei forum o nei gruppi tematici sui social network che frequentano i tuoi clienti.

Se lo fai, potresti scoprire cose che non avresti mai pensato e magari capire perché quel tuo determinato prodotto/servizio/soluzione non sta funzionando.

  1. concediti una mini vacanza mentale

Sei sempre pieno di impegni e magari non riesci a fare tutto quello che vorresti o dovresti?

Contrariamente a quanto pensi, potrebbe non essere un problema di tempo ma di sovraccarico mentale.

Il nostro cervello ha bisogno di scaricare il buffer di memoria, di ripulirlo e di riposarsi. La tua mente per funzionare al meglio ha bisogno di essere posta ogni tanto in una condizione di assoluta libertà dai pensieri.

Puoi farlo ascoltando musica, leggendo un libro o facendo una passeggiata. Bastano 10 minuti per concedere alla tua mente un po’ di svago, facendo ciò che più ti rilassa e ti dà piacere.

Bastano 10 minuti per aumentare la creatività perchè quando ti rimetterai al lavoro il tuo cervello sarà di nuovo pronto. 10 minuti e ti sentirai nuovamente attivo e concentrato.

Agisci sempre in questo modo? Quando è stata l’ultima volta che lo hai fatto?

Se non ricordi quando è accaduto l’ultima volta… imposta il timer a 10 minuti, e concediti subito una mini vacanza mentale! 😉

  1. il foglio delle idee migliori

Forse è capitato anche a te di essere sul punto di addormentarti e all’improvviso, nel dormiveglia…arriva  l’idea!

Può essere un’intuizione, una parola, uno spunto, o la soluzione ad un problema su cui ragionavi da giorni.

Il punto è che spesso ci diciamo: domattina ne prenderò atto. E puntualmente la mattina dopo non ce la ricordiamo più.

Ti è successo molte volte, vero?

Questo succede perché nel momento del dormiveglia, la sera o la mattina, il nostro cervello si rilassa ed è lì che il nostro inconscio si lascia un po’ andare e va oltre la razionalità.

In quel momento si è molto più creativi!

Quindi tieni sempre un foglio e una matita vicino al comodino e, quando l’idea arriva, annotala subito!

La mattina dopo, sviluppala subito aggiungendo tutti i dettagli necessari.

  1. l’immaginazione è meglio della realtà

Anche se può sembrarti strano, è ormai dimostrato che guardare le cose da lontano permette di trovare migliori soluzioni e idee più creative.

Cosa significa?

Se per esempio ti chiedessi di scrivere un articolo sulla tua penna, tu per farlo metteresti la penna sul tavolo, davanti agli occhi, la tua mente si concentrerebbe su quella penna e tu inizieresti a pensare: serve a scrivere, è di plastica, ha l’inchiostro nero…

Il tuo cervello sarebbe però molto più creativo se non avesse davanti l’oggetto che devi descrivere. Immaginandolo, scriveresti molte più cose su quella penna. Immaginare è un buon modo di aumentare la creatività.

Non ci credi? Fai subito la prova! 😉

Prova a farlo su un tuo prodotto o servizio, descrivilo immaginandolo, senza aver davanti il prodotto o magari la pagina del tuo sito in cui descrivi il servizio. Vedrai come la tua mente penserà cose che che prima non avevi immaginato.

Per riuscire a mettere in pratica questi consigli e queste tecniche serve solo un po’ di buona volontà da parte tua.

Permettiti di sperimentare, di giocare un po’. Serve un po’ di esercizio e allenamento per risvegliare la tua creatività. Così potresti ritrovarla e utilizzarla per portarne benefici alla tua attività.

Permetti alla tua mente di esprimere il meglio di sé ed aumentare la creatività, ne vale la pena.

Questo significa essere cre-attivi!

Sara Ronzoni
Business Creativity Trainer