Il Blog di fd training team

innovazione
20 Mag 2018

La Creatività nel Business si chiama Innovazione

Negli ultimi anni si parla sempre più spesso di creatività nel business quanto si discute di innovazione. Se ne parla nei convegni, online, nei forum o in qualche articolo ti sarà capitato di leggere o sentire infatti che il problem solving, il pensiero critico e l’approccio creativo saranno nella lista delle 10 soft skills più richieste dal mondo del lavoro entro il 2020.

Le soft skills sono le competenze non specifiche rispetto a un ruolo, quelle trasversali oltre la competenza tecnica che il tuo business richiede.

Ora, visto che sull’argomento, a meno che tu non lavori già in ambito creativo, c’è parecchia confusione, ho pensato di fare un post che spieghi bene alcuni semplici concetti sulla creatività nel business finalizzata all’innovazione e che ti aiuti a capire perché anche tu dovresti iniziare a sviluppare queste competenze nell’ambito della tua attività.

Ecco quindi alcuni punti su cui fare chiarezza sulla creatività nel business e scoprire da dove iniziare anche tu a fare innovazione

  1. Creatività non è arte

Ripeto spesso questo concetto perché è una delle credenze più sbagliate: infatti creatività non è sinonimo di arte, non ha nulla a che fare con il saper disegnare o  dipingere. In ambito business soprattutto, creatività significa Innovazione.

Non si tratta quindi di dover inventare qualcosa di nuovo, ma piuttosto trovare nuove connessioni tra elementi già esistenti.

Cosa significa in pratica?

Significa, nella tua quotidianità, iniziare ad uscire dai meccanismi automatici, dai processi e dalle azioni che fai senza nemmeno pensarci.

Puoi iniziare dalle cose più semplici, l’importante è interrompere il cervello quando inizia a svolgere un compito in automatico, fermarsi un attimo a guardare la situazione e provare a trovare nuovi modi per fare quella determinata azione con un punto di vista diverso.

All’inizio ti sembrerà strano, magari farai un po’ di fatica e ti verrà da lasciare perdere. La tua mente ti dirà che, se fai come hai sempre fatto, ci metterai meno tempo.

Ed è vero, perché non siamo abituati a cercare nuove strade per fare qualcosa che già sappiamo fare.

Ti suona familiare?

Infatti qui è dove si ferma il 90% delle persone. Non vede un risultato immediato, magari gli sembra anche un po’ complicato e più lungo da fare, e molla il colpo, tornando alle sue abitudini consolidate.

Se invece continui per almeno 21-30 giorni, inizierai e vedere dei grossi cambiamenti nel tuo modo di ragionare, trovare soluzioni ai problemi, o nuove idee.

Il motivo per cui si parla sempre di più di creatività nel business è che le anche professionisti, micro e piccole imprese hanno oggi sempre più necessità di innovare prodotti, servizi e processi per rimanere al passo con la velocità di cambiamento del proprio mercato di riferimento, del proprio cliente target e dei suoi bisogni.

Chi comprende l’importanza  dell’innovazione produce soluzioni più efficaci e diventa sempre più competitivo.

  1. Migliora la qualità delle decisioni prese

L’approccio creativo fornisce risorse e metodologie per analizzare i problemi in modo differente.

Osservando la situazione da un altro punto di vista e utilizzando strumenti di verifica si possono  testare le soluzioni prima di realizzarle e diminuire così i rischi.

Inoltre, lavorando sui processi, si riescono ad individuare e correggere anche eventuali disfunzionalità. Questo può servire sia all’interno del proprio business, che nel rapporto con i fornitori o con eventuali partner.

Cambiare continuamente punto di vista aiuta proprio a vedere la situazione con occhi diversi, come se la vedessi dall’esterno, potendoti così accorgere di situazioni o meccanismi errati che una visione interna non ti permette di vedere.

  1. Benefici per il team

Sia che tu sia da solo nella tua attività, sia che tu abbia un team di persone che lavora per te, avrai sicuramente molteplici ruoli da ricoprire o diverse persone che si occupano delle diverse aree di competenza nel tuo business.

Utilizzare tecniche e metodi di approccio creativo e di problem solving aiuta a creare una vera squadra.

Le idee si costruiscono una sull’altra, all’inizio serve spegnere il giudizio e lavorare sulla quantità di idee più che sulla qualità. Ogni idea in questa fase può essere uno spunto, una scintilla per un’idea vincente.

Certamente, dopo una prima fase di divergenza e quindi di produzione di idee in quantità, ci sarà una fase di convergenza, cioè di analisi e riflessione per scegliere quali idee portare avanti e sviluppare. Ma questa sarà, appunto, una seconda fase, che non può esistere se prima non sono state generate idee in quantità.

Incoraggiare le persone del tuo team ad essere più creative e far emergere le loro idee può essere un ottimo acceleratore per il tuo business; permetterà a loro di crescere, sentirsi parte attiva del processo, e consentirà a te di poterti concentrare solo sulle cose più importanti.

Anche se lavori da solo, hai comunque diversi ruoli da ricoprire, quindi puoi lavorare “come se” avessi un team di persone, immedesimandoti di volta in volta nel ruolo che devi rappresentare e lavorando così da punti di vista differenti per creare innovazione.

  1. Coltiva la curiosità

La curiosità è una caratteristica che accomuna le persone creative: è il loro modo per provare nuove esperienze e avvicinarsi a ciò che non conoscono abbastanza.

E’ una qualità preziosa, da acquisire e coltivare per esplorare nuove strade e nuovi modi di fare business. Oggi il mercato cambia rapidamente ed è importante chiedersi continuamente cosa fare per risolvere problemi e bisogni del cliente e proporre continuamente prodotti/servizi/soluzioni/realizzazioni innovativi.

Chiedere, a fine lavoro, un feedback ai tuoi clienti, ti aiuta a capire in cosa sei molto bravo e cosa invece potresti migliorare.

Se lo chiederai loro in modo molto diretto e sincero, riceverai molti spunti per migliorare ciò che offri. Anche questo è fare innovazione.

  1. Prenditi tempo per essere creativo

Avere un proprio business richiede tanto tempo ed energie. Per questo motivo è difficile trovare spazio per la creatività.

Anche io, nonostante ne conosca i benefici, a volte faccio fatica a pensare di avere sempre il tempo per coltivare la mia creatività. Ma quando lo faccio, poi sento i benefici e mi ricordo perché è così tanto importante.

Se all’inizio, oltre a tutte le attività che già svolgi, ti sembra impossibile trovare il tempo anche per la tua creatività, inizia ad utilizzare i ritagli di tempo: una piccola pausa, mentre accendi il computer la mattina o mentre stai inviando dei file che richiedono alcuni minuti.

Basta poco, l’importante è proprio uscire dall’automatismo per non continuare a pensare che non hai tempo. Bastano davvero pochi minuti.

  1. I benefici del problem solving

Problem solving è la capacità di comprendere e analizzare una situazione, trovando la soluzione migliore. Permette di risolvere i problemi che devi affrontare quotidianamente nel tuo lavoro.

Per implementarlo nel proprio business è necessario essere propositivi, analizzare il problema o la situazione, e iniziare a generare idee di come poterlo risolvere, in modo creativo e poco razionale. All’inizio è normale trovare tutte idee e soluzioni estremamente razionali e pensare, dopo poche idee, che non ci siano altre soluzioni possibili.

Ecco, il problem solving inizia proprio quando pensi che le idee siano finite.

Perchè è a questo punto che si inizia ad usare un po’ di fantasia e pensare a tutte le soluzioni irrazionali e immaginarie che ti vengono in mente. In quel momento non preoccuparti della loro fattibilità, devi solo imparare a portare il tuo pensiero il più lontano possibile e trovare soluzioni attingendo ad altri ambiti, campi o situazioni.

Moltissimi business di successo, come i post-it o la penna a sfera che usiamo ogni giorno, per esempio, sono nati proprio da apparenti fallimenti, che sono serviti però per trovare nuove soluzioni innovative.

Sviluppare la propria capacità di problem solving allena molto anche la flessibilità, che è un’altra qualità molto importante.

Non significa sopportare ogni cosa ma adattarsi al cambiamento e essere capaci di rinnovarsi, così come richiede oggi la velocità con cui cambia il mercato.

Se sei arrivato a leggere fino a qui, e se sei pronto ad iniziare ad applicare metodi e tecniche specifiche, sei sicuramente sulla giusta strada, perchè molto probabilmente sei anche pronto ad essere un passo avanti rispetto ai tuoi concorrenti.

Sì, perché oggi il livello di competitività è molto spesso alto, per cui acquisire le qualità di cui abbiamo parlato in questo post può sicuramente garantirti un margine di vantaggio rispetto ai tuoi competitors e ricorda sempre che, per farne uso, non è necessario avere alcun talento artistico.

Si tratta solo di iniziare…prima che lo facciano i tuoi concorrenti!

In un mercato che cambia continuamente, la capacità di innovare è quella che  può fare davvero la differenza. Creatività significa infatti  pensare fuori dagli schemi, creare nuove connessioni utili per proporre cambiamenti migliorativi.

Ora sta a te decidere se vuoi iniziare ad innovare il tuo business per essere sempre più competitivo o se rimanere dove sei…

Se hai scelto di iniziare e portare innovazione nel tuo business, puoi farlo partendo da qui >>

Sara Ronzoni
Business Creativity Trainer